Newsletter

La storia di Anna: updated

27 luglio 2022

Back to the future: la storia di Anna nell’estate 2022 e i traguardi raggiunti dall’app IO

Il 21 ottobre 2015 il mondo ha celebrato il “Ritorno al Futuro day”: ricorreva il giorno in cui Marty McFly, il personaggio interpretato da Michael J. Fox nel celebre film di Robert Zemeckis datato 1989, partendo dal 1985 raggiungeva “il futuro” a bordo della DeLorean volante insieme all’amico Doc Brown (Christopher Lloyd). Quando il calendario nel mondo reale ha segnato finalmente quella data, celebre per i fan della pellicola, giornali autorevoli, magazine e fanzine pubblicarono una miriade di articoli per raccontare quali previsioni del film – dall’hoverboard alle auto volanti – a distanza di anni fossero davvero divenute realtà.

Oggi vogliamo fare un’operazione simile per raccontare l’evoluzione di app IO e della trasformazione dei servizi digitali in Italia. Il nostro viaggio nel tempo parte dalle previsioni che avevamo azzardato alcuni anni fa, esattamente il 18 maggio del 2018, quando l’allora Commissario per l’Attuazione dell’Agenda Digitale Diego Piacentini annunciò pubblicamente per la prima volta l’app IO, attraverso un post sul blog del Team Digitale.

All’epoca IO non era ancora presente sugli store, ma da semplice idea stava iniziando a prendere forma: un’applicazione unica per la gestione dei servizi digitali in Italia, uno strumento capace di nascondere alle persone la complessità del mondo dei servizi pubblici, disegnato intorno alle reali necessità del singolo cittadino. Per far comprendere a pieno questa idea, l’allora commissario scelse di raccontare una storia: Anna, una ragazza del futuro, riusciva ad accedere in modo semplice e intuitivo ai servizi pubblici digitali attraverso il proprio smartphone, proprio grazie all’app IO.

Quella storia era ambientata alcuni anni dopo, nell’estate del 2022. Per questo oggi celebriamo il nostro piccolo Ritorno al Futuro day, raccontandovi cosa è davvero accaduto nel frattempo – e vi anticipiamo che si sono avverate diverse previsioni, ben più di quelle del film di Zemeckis!

Continua a leggere

Launch Pad

I dati da cui partire, sempre

+46%

Secondo un sondaggio realizzato dall’Istituto Piepoli a luglio 2022, gli Italiani vorrebbero poter gestire i propri documenti in formato digitale attraverso app IO. Il 46% del campione vorrebbe poter disporre su IO della carta di identità, il 45% della tessera sanitaria, il 33% della patente, il 30% di certificati e documenti emessi dallo Stato.Il 39% degli intervistati invece vorrebbe avere accesso ai servizi sanitari tramite l’app.

Guest Post

Ospiti, opinioni, best practice

Digital Wallet: un’identità digitale per tutti i cittadini europei

di Ewelina Jelenkowska-Lucà, Deputy Director, Head of Unit, European Commission, DG Communications Networks, Content & Technology 

Photo by Markus Spiske on Unsplash 

Il portafoglio di identità digitale europea (Digital Wallet) offrirà ai cittadini e alle imprese un sistema semplice, affidabile e sicuro per identificarsi online e condividere una moltitudine di attributi e certificati, come ad esempio la patente di guida, il diploma o gli estremi del proprio conto bancario, con fornitori di servizi privati e pubblici.

Nell’attuale proposta, i Digital Wallet europei potranno essere emessi da autorità pubbliche o da enti privati riconosciuti da uno Stato membro e consentiranno a tutti i cittadini europei di accedere facilmente ai servizi online, senza dover utilizzare metodi di identificazione privati o condividere inutilmente dati personali. Con questa soluzione i cittadini avranno il pieno controllo dei dati che condividono.

La proposta della Commissione mira a garantire a tutti gli europei un’identità elettronica pubblica affidabile e sicura, che dia la possibilità di firmare documenti elettronici eseguendo firme o sigilli elettronici qualificati.

Continua a leggere

PagoPA Universe

Notizie dal nostro mondo

IO, l’app dei servizi pubblici, premiata con il Compasso d’Oro ADI

IO, l’app dei servizi pubblici sviluppata e gestita da PagoPA S.p.A., si è aggiudicata il XXVII Premio Compasso d’Oro ADI, il più autorevole riconoscimento nel settore del design assegnato dal 1954 dall’Associazione per il disegno industriale ai progetti capaci ogni anno di “mettere in evidenza il valore e la qualità dei prodotti del design italiano”.

Leggi la news

Emergenza Ucraina: cresce la platea di organizzazioni umanitarie per cui è possibile donare con app IO e pagoPA

Con il protrarsi dell’emergenza umanitaria legata alla crisi in Ucraina, prosegue la possibilità di sostenere alcune delle principali realtà impegnate in prima linea nel fornire assistenza alle vittime civili, donando tramite l’app IO e il sito della piattaforma pagoPA. Da oggi si uniscono quattro nuove organizzazioni umanitarie che hanno scelto di aderire all’iniziativa: ActionAid, INTERSOS, Medici Senza Frontiere e il Comitato italiano per l’UNICEF – Fondazione Onlus.

Continua a leggere